Sgradite sorprese con gli Outlet on line

Sgradite sorprese con gli Outlet on line

Non sapevo come cominciare il blog, quale argomento affrontare, se parlare prima di questo o quell'altro et voilà, l'argomento mi è cascato addosso da solo.

Sgradite sorprese con gli outlet online
Sgradite sorprese con gli outlet online
Il 3 gennaio ho comprato in uno degli innumerevoli siti di outlet on line che proliferano nella rete, un pacco sorpresa, pagandolo, comprese le spese di spedizione, 57€ (49€ + 8€ di spedizione), ho pagato con paypal (avremo modo di discuterne su altri post di questo sistema di pagament)... Non era il mio primo acquisto di questo tipo e sinceramente mi sono sempre trovato bene, e invece questa volta, la sorpresa l'han fatta a me.

Il pacco avrebbe dovuto contenere abbigliamento ed oggettistica femminili, di cui avevo dato precisamente taglia e numero di scarpe ed avere un valore di 150€. Probabilmente li valeva davvero, non lo metto in dubbio, ma il punto è un altro, seguitemi nel discorso.

Quando si compra qualcosa di questo genere, il venditore dovrebbe assicurarsi la piena soddisfazione del cliente, perchè comunque si presuppone che ritorni, la cosiddetta fidelizzazione del cliente. Se così non fosse si dovrebbe preoccupare di accumulare un gran numero di acquirenti, vendere una volta e poi sparire nel nulla. Suonerebbe quasi come una truffa, non credete? Ecco, appunto, rimaniamo allora sulla pratica della fidelizzazione.

Apro il pacco e trovo 2 soli oggetti, e già penso che sia difficile avere la certezza di accontentare un qualunque cliente, perché la statistica è contro il venditore, per cui, o sono oggetti che potrebbe indossare/utilizzare chiunque o proprio non ci siamo.

Uno dei 2 oggetti è un paio di scarpe di una nota marca di abbigliamento, peccato che avevano una zeppa di almeno 15cm. Faccio appello a quante donne metterebbero qualcosa di simile e quante invece non lo farebbero.

L'altro capo era un paio di jeans, peccato che di 4 taglie più piccolo. Questo è quanto è accaduto.
La prima cosa che ho fatto è di mettere le mani avanti e aprire una contestazione con paypal per oggetto non conforme, è mio diritto, loro hanno sbagliato la taglia e questo è un dato di fatto.
Parto così, troppo agguerrito direbbe qualcuno, ma lo faccio solo perché conosco i miei polli, so come lavorano, ho già avuto a che fare con aziende simili e so come cercano di farti cambiare idea.

Seconda cosa che ho fatto è di scrivere alla loro assistenza, avrei dovuto chiamare, ma perché pagare una chiamata quando comunque si ha piena ragione?

Terza cosa è di verificare come funziona il loro reso. Dovrei chiamare il loro corriere, prendere un appuntamento e lui verrebbe a ritirare il pacco, tutto al costo di solo 8€ che mi scalerebbero dal costo del pacco, ma non delle spedizioni, quindi se facessi così, avrei il rimborso di 41€ avendone spesi inizialmente €57.

Quindi facendo 2 conti, dopo almeno 3 settimane (giorno in cui gli arriverà il mio pacco) dal mio acquisto perderei 16€. Direi che così non va. Vi terrò aggiornati sull'accaduto.

Aggiornamento: Devo ammettere che mi hanno stupito. Han capito subito di avere sbagliato e già il giorno dopo il loro corriere era a ritirare il pacco (a loro spese). Due giorni dopo avevo già ottenuto il rimborso. Questa volta il servizio di assistenza è stato davvero veloce. Complimenti!

0 commenti :