Conto Corrente: Online o Tradizionale?

In questo post analizzeremo le differenze sostanziali tra i conti correnti tradizionali e i conti correnti online, cercando di capire perché alcune persone prediligono gli uni agli altri.

Se dovessimo basarci solo sul fattore risparmio come condizione unica ed essenziale, ci sarebbero il 100% dei correntisti online, ma così non è per una serie di motivi che elencheremo di seguito.

Dopo aver analizzato i motivi, cercheremo anche di dare una o più possibili soluzioni.

Conto Corrente: Online o Tradizionale?
Conto Corrente: Online o Tradizionale?

I 5 principali motivi per cui non si apre un conto corrente online:

1) Incapacità
Sembra anacronistico per alcuni, ma non tutti hanno le capacità o le conoscenze necessarie per aprire e utilizzare un conto corrente online, basti pensare a quella categoria di persone che non utilizza il PC al lavoro e a tutti quelli nati molti anni prima del boom dei computer e che quindi non hanno dimestichezza con l'informatica in generale.
Soluzione: Purtroppo, a meno che non si hanno persone fidate alle quali farlo gestire, meglio lasciar perdere, è uno scoglio eccessivamente grande da superare.

2) Pigrizia
Tutti odiano i cambiamenti. E' insito in noi procrastinare le cose da fare se non assolutamente necessarie alla sopravvivenza, anche solo per il mantenimento del quieto vivere e questo è uno dei motivi principali per cui le persone, pur avendo conoscenze informatiche anche di alto livello, non vogliono passare al "lato oscuro", perché ormai abituate al loro vecchio conto corrente tradizionale. Sono le stesse persone che non cambiano il gestore telefonico o la tariffa da anni (chi si ricorda la tariffa rossa di Tim sa di cosa parlo), che non si azzardano a pensare nemmeno di passare al mercato libero, ecc. Insomma, piuttosto di sforzarsi a cambiare spendono più di quello che dovrebbero, e solo per pigrizia.
Soluzione: Credo che l'incentivo migliore sia sapere che un conto online mediamente costa 1/10 di quello tradizionale, ma se guardiamo lo specchietto in basso, ci sono ben 6 banche che propongono i loro conti correnti a costo 0, non solo per il canone, ma anche per il rilascio della carta di credito che è gratis, come anche il bancomat e canoni annui degli stessi che sono gratis, i prelievi ai bancomat di tutte le banche gratuiti, bonifici online gratuiti e così via.
Se l'incentivo economico non è sufficiente forse potrebbe esserlo il risparmio di tempo che avreste non dovendovi recare in barca per fare tutte le commissioni, pagamenti di bollette, bolli auto, mav, F24 tutti online senza muovervi da casa.
Se nemmeno questo può far loro cambiare idea, allora il conto corrente online non ha più frecce al suo arco.

2-bis) Chiusura Conto e Spostamento Utenze, Titoli e compagnia bella
L'ho aggiunto come "comma" al secondo punto perché in realtà sempre di pigrizia si tratta, anche se a dirla tutta, più che pigrizia è paura dell'ingnoto, perché molti pensano che chiudere un conto corrente (tradizionale o online che sia) sia una procedura complessa, lunga e laboriosa, come anche dover spostare tutte le utenze (bollette del gas, della luce, della pay tv, del provider internet, ecc.), ma invece è semplicissimo e solitamente pensa a tutto la banca destinataria del vostro nuovo conto.
Soluzione 1 (Chisura Conto senza Nuova Apertura): Prima di tutto, il conto deve essere in attivo e una volta verificata questa condizione, se avete delle utenze attive (rid bancari o altro), dovete chiuderle o spostarle su un altro conto o altra carta di credito.
Stessa cosa se avete titoli, obbligazioni o azioni, dovete spostarli preventivamente su un altro conto, o fare cassa e vendere tutto quello che potete.
E' possibile estinguere il conto tramite raccomandata A/R dove indicherete il vostro iban, i vostri dati, e inserirete all'interno della busta, una copia della carta d'identità firmata e tutte le carte di debito e di credito debitamente tagliate, il libretto degli assegni anch'esso tagliato e reso inservibile, mentre token o altri oggetti elettronici che utilizzavate per gli accessi online vanno riconsegnati integri. La chiusura del conto è gratuita, non dovete aggiungere spese.
Soluzione 2 (Chisura Conto con Nuova Apertura = Rottamazione Vecchio Conto): questo è il caso più semplice perché potete richiedere il tutto alla vostra nuova banca che vi richiedere una semplice firma (anche elettronica) sul modulo che consente alla banca destinataria di svolgere per voi tutte le procedure, dallo spostamento delle utenze, ai titoli, obbligazioni e azioni, alla chiusura del vostro vecchio conto.

3) Paura dell'intangibile
Il conto corrente online è ancora più astratto del conto corrente tradizionale perché il più delle volte non ha un punto di riferimento "fisico" al quale rivolgersi (anche se ultimamente questa politica è cambiata e le aziende tendono ad aprire anche le filiali per venire incontro agli utenti). Questa intangibilità frena molte persone che preferiscono, in caso di bisogno, poter rivolgersi direttamente alla banca, anche se magari sono anni che nemmeno mettono piede in banca.
Soluzione: ormai tutte le banche che propongono conti online hanno diversi canali per comunicare: chat online, mail, telefono, ma alcune dispongono anche di filiali nel caso doveste voler parlare di persona con qualcuno, tuttavia chi sceglie i conti online è proprio per non dover per forza incontrare di persona qualcuno e quindi chat, mail e telefono sostituiscono egregiamente quel servizio.

4) Paura per la sicurezza
Un'altra paura che frena l'apertura dei conti online è quella di considerarli meno sicuri dei conti tradizionali, frasi del tipo: "Se poi scoprono la password e rubano tutto quello che ho?" oppure "Ho letto che gli hacker possono entrare nel tuo conto senza che te ne accorgi", si sprecano tra i detrattori dei conti online, ma è una paura ingiustificata perché la sicurezza dei conti online è davvero molto alta, e ormai tutte le banche pretendono un secondo livello di controllo prima di effettuare transazioni, perché se qualcuno dovesse nella malaugurata ipotesi, superare il primo blocco ed entrare nel vostro conto, non potrebbe far altro che guardare i vostri movimenti, ma nulla più, perché la chiave per movimentare il vostro denare l'avete solo voi.
Soluzione: come già accennato sopra i livelli di sicurezza sono notevolmente aumentati, innanzitutto c'è sempre da inserire una login e una password per superare il primo livello di sicurezza, ma ultimamente tutte si sono adeguate all'inserimento di un secondo livello di sicurezza per poter fare bonifici dal proprio conto corrente. Questa sicurezza aggiuntiva si traduce in un dispositivo elettronico, o un'app che installerete sul vostro cellulare che genera un "token" (che può essere utilizzato in un breve lasso di tempo, solitamente scade in un minuto) che dovrete inserire al momento della conferma. Questa doppia sicurezza vi garantisce l'inviolabilità del vostro conto.

5) Versamenti di contante
Ultimo dilemma che affligge tutti quelli che passano indenni i 4 punti precedenti è la presunta impossibilità di depositare i contanti. Un'altra falsità, perché ormai tutte le banche online (anche quelle senza filiali) permettono, attraverso dei bollettini, di versare presso un altro istituto bancario tradizionale, la somma contante che volete, sul vostro conto corrente online, come ad esempio l'utilizzo del Bollettino Freccia per Ing Direct o addirittura di utilizzare degli ATM (i bancomat dove si prelave il contante) Evoluti che permettono attraverso un codice di versare anche contanti, non solo di prelevarli, come nel caso di Hello Money! di BNL, o il conto Widiba di MPS, tanto per citarne alcuni.
Soluzione: Come detto sopra, il versamento di contanti, se necessario, può essere fatto anche con i conti online, certo, tra le pratiche forse è quella meno comoda, ma non impossibile come invece molti credevano e sostenevano.

Tutti quelli che passano i precedenti 5 punti riescono ad aprire e utilizzare proficuamente un conto corrente online, che offre oggettivamente vantaggi economici a chi lo apre al posto di un conto corrente tradizionale.

Come potete leggere su Corriere Economia a questa pagina:
http://www.corriere.it/economia/finanza_e_risparmio/cards/conti-correnti-se-ne-scegli-sul-web-costa-decimo-quello-tradizionale/i-conti-tasca-una-famiglia-che-fa-228-operazioni_principale.shtml
un conto online costa 1/10 rispetto ad un conto tradizionale paragonandoli con gli stessi numeri di operazioni annue.

Qui sotto è estrapolata la tabella (che poi rivedremo e correggeremo) con la classifica dei migliori conti online

Classifica Conti Correnti Online - fonte: corriere.it
Precisazioni
Nell'articolo è stato considerato, nella seconda colonna, l'indice OFISC (che è l'indicatore sintetico di costo dell'Osservatorio Finanziario, che è l'ente al quale Corriere Economia ha commissionato i confronti) e considera la somma dei seguenti costi:
  • canone annuale conto,
  • quota annuale bancomat, 
  • quota annuale carta di credito base, 
  • 12 accrediti di stipendio o pensione, 
  • 6 prelievi presso ATM di altre banche, 
  • 3 prelievi fuori Italia ma in paesi UE, 
  • 10 bonifici online, 
  • 1 operazione di bonifico allo sportello,
  • 1 invio di estratto conto cartaceo.
Per dovere d'informazione, gli ultimi 2 punti sono, a parer mio, da considerarsi alla stregua di una richiesta che si dovrebbe fare a una banca tradizionale e non a una banca online, perché se scelgo di aprire un conto corrente online di sicuro non mi faccio spedire un estratto conto cartaceo, quando potrei stamparmelo gratuitamente in formato pdf dall'area riservata del mio conto, nè tantomento mi sognerei di fare bonifici allo sportello quando potrei tranquillamente farli online da casa gratuitamente, per cui, se dovessimo togliere gli ultimi 2 punti, la classifica di OF sarebbe ridefinita così:


BancaContoNuovo
Indice
OFISC
Indice
OFISC
Somma
IECC +
BaS
Banca SellaConto Websella.it€ 0,00€ 0,83€ 0,83
Banco PopolareYoubanking€ 0,00€ 2,00€ 2,00
Banca WidibaConto Widiba Smart€ 0,00€ 3,80€ 3,80
WebankConto Corrente Webank€ 0,00€ 4,35€ 4,35
Ing DirectConto Corrente Arancio€ 0,00€ 5,00€ 5,00
Hello Bank!Hello! Money€ 0,00€ 5,50€ 5,50
Banca MediolanumConto Freedom One€ 10,00€ 12,00€ 2,00
Banca IFISContomax€ 19,00€ 20,50€ 1,50
FinecoConto Fineco€ 19,95€ 24,85€ 4,90
Unipol BancaMyUnipol€ 15,50€ 26,00€ 10,50
CheBanca!Conto CheBanca! € 24,00€ 27,80€ 3,80
Banca GeneraliBG Deluxe€ 23,95€ 28,45€ 4,50
IW BankIW Conto€ 52,40€ 58,01€ 5,61
IECC = Invio Estratto Conto Cartaceo
BaS = Bonifico allo Sportello

Le prime 6 banche quindi, se non consideriamo gli ultimi due punti, ossia:
  • 1 operazione di bonifico allo sportello,
  • 1 invio di estratto conto cartaceo.
risultano avere indice OFISC pari a 0, quindi conti correnti online a zero spese in tutto e per tutto.

Incentivi

Alcune banche propongono al futuro cliente un incentivo all'apertura del conto e questo è un fattore di cui potete tener conto, al momento le banche che propongono un incentivo all'apertura del conto sono:

Hello! Money : Buono amazon da 150€ (senza condizioni)
Conto Widiba Smart : il 2% d'interessi lordi sui vincoli a 6 mesi (senza condizioni)
Conto Webank : Buono Mediaworld da 120€ (solo se rispettate alcune condizioni)


Indice Sintetico di Costo
Il più pubblicizzato Indice Sintetico di Costo (ISC) definito dal consorzio Pattichiari
riguarda 7 profili che vi espongo con questa immagine (cliccateci sopra per ingrandirla):

Il controllo "manuale" dell'ISC è un po' più complesso, ma in tutti i fogli informativi è sempre presente, quindi potete valutare anche quello all'apertura di un conto.

Qui sotto ho elencato tutti i fogli informativi di tutti i conti online di cui abbiamo parlato sopra (per comodità ho ristretto gli url utilizzando il sito goo.gl che permette di minimizzare la lunghezza dei link):

BancaContoFonte
Banca SellaConto Websella.ithttps://goo.gl/jXNsjH
Banco PopolareYoubankinghttp://goo.gl/lPwCUa
Banca WidibaConto Widiba Smarthttps://goo.gl/0VMoNw
WebankConto Corrente Webankhttps://goo.gl/aCcBLg
Ing DirectConto Corrente Aranciohttps://goo.gl/PcQsqq
Hello Bank!Hello! Moneyhttps://goo.gl/X1gYaB
Banca MediolanumConto Freedom Onehttps://goo.gl/4Uj4aF
Banca IFISContomaxhttp://goo.gl/B5td3h
FinecoConto Finecohttps://goo.gl/Oz73rP
Unipol BancaMyUnipolhttp://goo.gl/AkcLDb
CheBanca!Conto CheBanca! https://goo.gl/IyfsXV
Banca GeneraliBG Deluxehttps://goo.gl/SmQQno
IW BankIW Contohttp://goo.gl/Apr0LQ


http://goo.gl/W0tAUH

Conclusioni
Sicuramente i conti correnti online fanno risparmiare qualche centinaio di euro all'anno, non è molto, ma di questi tempi ogni euro risparmiato è prezioso. Vi consiglio sempre, prima di aprire un conto (che sia online o tradizionale), di verificare sempre tutte le condizioni dal foglio informativo che potete sempre trovare sul sito della banca, perché le condizioni specificate nel post nel tempo potrebbero cambiare.