15 Consigli per una Casa Fresca senza Aria Condizionata

Se non avete il condizionatore, o se l'avete ma volete comunque risparmiare, cercando di utilizzarlo il meno possibile, con alcuni accorgimenti potrete mantenere la casa al fresco risparmiando sul consumo elettrico.

15 Consigli per una Casa Fresca senza Aria Condizionata
15 Consigli per una Casa Fresca senza Aria Condizionata


Ecco i 15 Consigli per una Casa Fresca senza Aria Condizionata:

  1. Chiudete finestre e tende durante il giorno anche se non esposte direttamente al sole, e chiudete anche persiane o tapparelle se esposte. Le motivazioni sono in sostanza 2, la prima e più banale è che i raggi del sole, oltre ad illuminare, scaldano, e la seconda è perché esternamente l'aria è più umida e l'umidità accresce la percezione di calore, per questo quando utilizzate il deumidificatore avete una maggiore sensazione di fresco, anche se la temperatura interna è la medesima. Chiudere le persiane o le tapparelle solo se direttamente esposte al sole è un compromesso per avere un po' di luce in casa durante il giorno, ma se non avete queste esigenze (se siete fuori per lavoro, o altro) chiudete anche quelle, altrimenti per non sbattere contro i mobili dovrete accendere la luce e non è il caso di consumare energia quando c'è la possibilità di risparmiarla grazie ad una fonte naturale come il sole.
  2. Aprite finestre e tende dopo il tramonto, e se siete in sicurezza (avete grate, siete ai piani alti di un condominio, ecc.) tenetele aperte fino al mattino, vi aiuterà ad abbassare la temperatura della casa, e a cambiare l'aria avendo avuto l'accortezza di tenere chiuse finestre e persiane durante il giorno. Se avete il problema delle zanzare, potrete trovare utile questo post: Rimedi contro le Zanzare: Prevenire e Combattere
  3. Tenete le porte interne chiuse durante il giorno. Anche questo aiuta a mantenere fresche le camere, a patto che ci siano persiane e finestre chiuse, altrimenti diventa una serra. Apritele durante la notte per il ricambio d'aria e per generare corrente che aumenterà l'effetto.
  4. Installate tende esterne. Se per una qualche ragione non potete chiudere le persiane esposte al sole durante il giorno, pensate di installare delle tende esterne per creare ombra sulla finestra esposta.
  5. Applicate pellicole solari/termiche sui vetri. Questo lo consiglio solo a chi è un po' pratico di fai da te, altrimenti lasciate perdere, perché nonostante venga consigliato a tutti, non è facile applicare queste pellicole perfettamente, ma se avete un lucernario che non necessita di un'applicazione con troppa cura, allora provatele: http://amzn.to/2qznYrZ
  6. Piante e verde assorbono calore. Non a caso nei paesi caldi potete vedere tetti a prato o giardini verticali sui muri. Se avete una parete esposta a sud potete optare per creare una grata con dei rampicanti che oltre ad essere bella vi aiuterà a rinfrescare la casa. Per farvi capire di che si tratta guardate questi prodotti su amazon: http://amzn.to/2qFapT3 (anche la grata in plastica va benissimo per lo scopo).
  7. Eliminate lo stand-by degli apparecchi. Oltre a consumare inutilmente energia elettrica, scaldano, quindi cercate di collegare gli apparecchi a una multipresa con interruttori indipendenti (ad es: http://amzn.to/2rjkO9b) e di sostituire (se ancora non l'avete fatto) le vecchie lampadine ad incandescenza con le nuovissime lampadine a led, che oltre a farvi risparmiare il 90% non scaldano.
  8. Non generate inutilmente umidità. Come già detto al punto 1, accrescere l'umidità in casa equivale a percepire una temperatura maggiore, per questo è bene evitare di utilizzare la doccia nelle ore più calde (quando finestre e persiane sono chiuse), ma di farla durante le ore più fresche, così da poter eliminare subito l'umidità in eccesso con il cambio d'aria. Anche il bucato è meglio farlo di sera, sempre per lo stesso motivo.
  9. Evitate l'utilizzo di forni e piani cottura in casa. So che in alcuni casi la soluzione è inattuabile, ma per quelli che posso farlo, se dovete proprio cucinare, potete sempre acquistare un fornello elettrico o meglio ancora un fornello a induzione (se avete già le padelle predisposte per quel tipo di cottura).
  10. Mangiate cibi freddi. D'estate non è solo un vantaggio poterlo fare, ma diventa quasi un'esigenza mangiare cibi freddi. Ingerire cibi e liquidi freddi vi donerà la sensazione di fresco aiutandovi ad abbassare la temperatura interna. Per questo periodo cercate di limitare l'uso dei grassi e prediligete frutta e verdura fresca. I piatti troppo elaborati e pesanti fanno "lavorare" il vostro organismo accrescendo la temperatura corporea, per cui cercate di evitargli inutili appesantimenti. Per chi d'estate non può rinunciare a cereali e legumi, credo che troverebbe interessante questo post: Risparmiare Energia Cucinando Cereali e Legumi che tuttavia può essere interpretato così: è possibile cucinare cereali e legumi accendendo il gas (o altre fonti di energia) il minimo indispensabile.
  11. Controllate il vostro materasso. Se ha una doppia stagionalità ricordatevi di girarlo (il lato con il fiocco di neve è per l'inverno e il lato con il sole è per l'estate e non viceversa!).
  12. Indossate fibre naturali. Lino, cotone, canapa, seta, lana, sono materiali che vi manterranno freschi (sì, anche la lana, ma ovviamente ci sono capi e capi), cercate di evitare le fibre sintetiche che intrappolano calore e umidità, non essendo traspiranti.
  13. Dormite su fibre naturali. Stesso principio del punto precedente, se avete lenzuola di cotone dormirete più al fresco. Potete anche optare per cuscini che al loro interno hanno noccioli di ciliegia o gusci di grano saraceno, vi aiuteranno a mantenere al fresco la testa perché a differenza dei vari materiali moderni (memory foam, ecc) fanno passare l'aria (ad es: http://amzn.to/2raorzv). Ci sono anche cuscini che posso essere refrigerati, ma naturalmente hanno durata limitata (circa 15') prima che perdano il loro effetto, ma se siete tra quelle persone che in 10' prendono sonno, allora potete darci un'occhiata: http://amzn.to/2rarXu1
  14. Accendete il ventilatore. Non pensate che sposti solo aria calda, questa è una trovata che i venditori hanno usato per anni per farci acquistare un condizionatore. E' vero che in alcuni casi, il condizionatore d'aria per brevi periodi è essenziale (anche se sono più fan dei deumidificatori), ma per anni i ventilatori sono stati sufficienti per dare quella sensazione naturale di brezza, perché non possiamo utilizzarli anche oggi? Se può aiutarvi a farvi apprezzare i ventilatori, sappiate che consumano fino a 15 volte in meno di un condizionatore, quindi utilizzarlo non vi manderà sul lastrico. Un ultimo consiglio, se non siete nella stessa stanza con il ventilatore, spegnetelo, non serve a nulla, il ventilatore deve per forza essere utilizzato sulla persona, non rinfresca l'ambiente.
  15. Deumidificate l'aria. Anziché abbassare la temperatura interna, provate prima ad utilizzare il condizionatore in modalità "deumidificazione", noterete subito un miglioramento sulla percezione del calore.
  16. Limitate l'uso dell'aria condizionata. Se proprio non potete farne a meno e tutti i precedenti consigli non sono stati sufficienti, allora accendetelo, ma solo nelle ore più calde e mai al di sotto di 6°C rispetto alla temperatura esterna perché potrebbe farvi più male che bene. In questo periodo è più facile prendere il raffreddore che d'inverno perché gli sbalzi di temperatura ne favoriscono la formazione.
Spero di esservi stato di aiuto con questi semplici consigli. Se ne avete di nuovi comunicatemelo che li aggiungerò alla lista. Buona Casa Fresca!