Terme di Abano: Offerte, Sconti e Promozioni

Le Terme di Abano si trovano lungo il margine nord orientale dei colli euganei.
Le vasche sono alimentate da acqua termale salso-bromo-iodica che sgorga alla temperatura di 87°C, ed è ricca di sali minerali che la rendono efficace per la riabilitazione e la cura di problemi articolari. La temperatura dell’acqua in vasca è compresa tra 34 e 36°C.

Terme di Abano: Offerte, Sconti e Promozioni
Terme di Abano: Offerte, Sconti e Promozioni

Ecco tutte le offerte per entrare alla Terme di Abano con lo sconto sul biglietto d'ingresso:

Solo Terme

Groupon

Groupon vi offre:

- Ingresso alle Spa 4 stelle illimitata con Piscine di acqua termale 36°, bagno turco e thalasso, sauna e arearelax con le seguenti condizioni:

  • Pacchetto Gold con percorso Spa illimitato per 2 persone a 59,90 € invece di 120 €
  • Pacchetto Platinum con percorso Spa illimitato e camera day use per 2 persone a 84,90 € invece di 215 €


a questo link:

Soggiorno

Se avete intenzione anche di soggiornare nei dintorni, ecco alcune proposte:

Altre Attività nei Dintorni

Se siete interessati anche ad altri parchi guardate qui:

Info Terme

Pagina Web: http://www.termeroma.it/it
Come Raggiungerle: http://www.termeroma.it/it/contattaci.html

Calendario

Apertura

L'area SPA a disposizione degli ospiti tutti i giorni dalle ore 6.30 alle ore 23.00.

Promozioni e Convenzioni

Al momento non è attiva nessuna promozione o convenzione con altri partner.

Cosa significa risparmiare?

Cos'è il risparmio? Tutti ne conoscono il significato, ma nessuno o pochi capiscono bene come funziona davvero e a quali prospettive porta risparmiare.

Se con google cerchiamo: "risparmiare significato", come primo risultato ci ritorna questo:
"Usare o consumare qualcosa in modo oculato e con moderazione, spec. per metterlo da parte o farlo durare di più; serbare: r. l'acqua, la benzina; bisogna r. il latte perché sta per finire; r. il tempo, farne un uso oculato distribuendo opportunamente gli impegni; r. le forze, le energie, usarle con moderazione, spec. in previsione di una necessità futura."

Dalla definizione si evince che se parliamo di denaro, risparmiare significa farne un uso più oculato, di utilizzarlo con moderazione, di metterlo da parte, di farlo durare di più. E' esattamente quello che si prefigge questo blog, farvi risparmiare denaro e per farlo bisogna cominciare dalle basi, perché per poter risparmiare denaro bisogna prima capire come lo si spende, quali sono i flussi in uscita (le spese) e quelli in entrata (stipendio, pensione, ecc.). Come fare?

Cosa significa risparmiare?
Cosa significa risparmiare?

Adesso va molto di moda il kakebo, che altro non è che un libricino dove annotare tutte le spese della famiglia. Non voglio discutere sul fatto che siano 10€ spesi inutilmente, ma ognuno potrebbe avere i propri metodi per annotarsi le spese, e se il kakebo è la soluzione, ben venga. Io utilizzo un foglio di calcolo semplicissimo, dove elenco tutte le entrate e tutte le uscite mensili, categorizzate per tipologia:

C = alimentari
T = affitto
A = auto / bici / moto / spostamenti / carburante
G = casa / giardino
B = bollette / tasse / abbonamenti / ricariche telefoniche
I = investimento
R = regali
S = salute
P = parrucchiera / barbiere / estetista
V = vestiario / cura persona
E = viaggi / vacanze
F = fumo
X = extra (varie)
S1 = stipendio 1
S2 = stipendio 2
SX = entrate varie
SB = buoni sconto

Il foglio ha 4 colonne:
Data / Descrizione / Somma / Tipo

I più scaltri noteranno che non ho 2 colonne (entrate e uscite), per il semplice motivo che una volta che il mese è completato copio/incollo le 4 colonne in un altro foglio excel che mi suddivide in automatico le spese e i guadagni sommandoli per tipo. 

Per comodità mia, io utilizzo il foglio di calcolo di google, così da poter utilizzare quei 2 fogli di calcolo ovunque mi trovi e aver sempre tutto sincronizzato. 

Qui di seguito le immagine dei fogli di calcolo:

Bilancio Familiare Dettagliato
Bilancio Familiare Anno - dettaglio mese
Bilancio Familiare Anno - dettaglio totali
Se volete utilizzare il mio sistema, trovate il link al foglio di calcolo google (Bilancio Familiare Anno) qui: https://goo.gl/y9LGhD (dovrete farvene una copia per poterlo utilizzare), mentre il primo file è un semplice foglio di calcolo con 4 colonne, come indicato nell'immagine (mi raccomando, utilizzate lo stesso ordine che avete nel foglio del Bilancio Familiare Anno, così potrete copiare/incollare facilmente le 4 colonne).

Una volta che avrete acquisito lo strumento che più vi piace, dovrete cominciare fin da subito ad annotare tutte le uscite e tutte le entrate, così da poter analizzare a fine mese dove sono finiti i vostri soldi. 

Inizialmente non è semplice tener traccia di tutto, ma una volta che avrete preso confidenza con il sistema, tutto sarà più semplice e noterete che la voce X (spese extra) sarà molto cospicua perché in questa categoria vanno segnati tutti i flussi di denaro come uscite con gli amici,cene al ristorante, caffè al bar, ecc. 

Alcuni consigli:
1) il modo più corretto per poter tenere traccia della spesa al supermercato, è quello di scorporare il totale perché non si tratta solo di C (spese alimentari), ma molte volte impatta anche su G (spese per casa e giardino) e su V (spese per vestiario e cura della persona). 
2) quando fate una vacanza, tutte le voci relative a quella vacanza vanno riassunte sempre con la voce E (spese per viaggi e vacanze), per cui, il carburante, le cene fuori e tutto quanto spendete in vacanza è relativo alla vacanza, dovrete naturalmente escludere da queste, le spese "extra vacanza" come l'acquisto di abbigliamento che va conteggiato nella categoria V (spese per vestiario e cura della persona) perché è comunque una spesa al di fuori della vacanza, così come lo sarebbero le spese per le sigarette, che avreste comunque fumato, indipendentemente dalla vacanza. Sembra una complicazione inutile, ma fidatevi che vi servirà per avere un quadro più realistico delle vostre spese.
3) come forse avrete notato, tra le entrate ho aggiunto anche la voce SB (Buoni Sconto) perché se utilizzati correttamente potrebbero impattare non poco nel bilancio familiare e l'utilizzo degli stessi deve essere conteggiato a parte, sempre per avere un quadro il più veritiero possibile delle spese. Vi faccio un esempio: se fate una spesa alimentare da 50€ e utilizzate un buono del supermercato da 10€, non dovrete segnare 40€ alla voce C (spesa alimentare), ma 50€ alla voce C e 10€ alla voce SB, il totale è vero che sarà comunque corretto, ma avrete la reale percezione delle spese alimentari della vostra famiglia oltre che sapere quanto avete risparmiato utilizzando i buoni sconto.

A fine mese, quando avrete tutti i parziali relativi alle varie voci di spesa, potrete avere una visione reale di quanto guadagnate e quanto spendete e utilizzare queste informazioni per aggiustare il tiro sulle spese future, ma di questo ci preoccuperemo in seguito, per ora cercate solo di segnarvi tutto quanto.